PROVA LO SPORT- CHIARIMENTI IN MERITO AL CERTIFICATO MEDICO

Si conferma che per la partecipazione all'iniziativa Prova lo Sport 2015 è necessario produrre il certificato medico di buona salute in quanto l'Associazione Prova lo Sport è affiliata CONI. Si riporta di seguito il chiarimento che la UISDP ha diramato proprio per chiarire definitivamente lo spartiacque tra attività ludico/sportiva non soggetta al certificato e attività non-agonistica soggetta a certificato:

"Le attività ludico-motorie e amatoriali per le quali NON serve alcun certificato sono tutte le attività svolte liberamente dai cittadini in forma individuale allo scopo di soddisfare il proprio bisogno di movimento. Le attività ludico-motorie sono ascrivibili a TUTTE le attività NON organizzate effettuate a titolo “individuale” e solo per queste c’è stata l’abrogazione dell’obbligo di certificazione.

- Rimane obbligatorio il certificato del medico sportivo per le attività agonistiche ed è sempre richiesto il certificato medico anche per le attività sportive non agonistiche che il decreto Balduzzi conferma come obbligatorie.

Il CONI afferma che TUTTE le attività “organizzate” da soggetti riconosciuti dal CONI stesso hanno l’obbligo di certificazione non agonistica per tutte le attività per le quali non è previsto la certificazione di Idoneità sportiva agonistica.

Prima del rilascio del certificato, il medico, a seconda del suo giudizio, può sottoporre il paziente ad accertamenti clinici. Possono rilasciare il Certificato per Attività Non Agonistica i medici specialisti in medicina dello sport presso gli ambulatori delle ASL o presso i centri privati autorizzati e i medici di medicina generale e i pediatri, limitatamente ai propri assistiti.

Le attività organizzate da associazioni/società affiliate a Federazioni, Discipline sportive associate o Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI non possono rientrare nell’ambito delle attività ludico motorie.

L’articolo 3 del DM 24/04/2013 qualifica infatti come “sportive non agonistiche” tutte le attività organizzate da questi soggetti che non presentino i requisiti per qualificarsi come “attività sportive agonistiche”.

Nello specifico il Decreto considera attività sportiva non agonistica quella svolta dai seguenti soggetti: - Alunni che svolgono attività sportiva organizzata dalle scuole nell’ambito delle attività parascolastiche in orario extra-curriculare; - Studenti che partecipano ai Giochi della Gioventù nelle fasi precedenti a quella nazionale

- Tutti coloro che svolgono attività organizzate dal CONI, da società sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, agli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI, che però non siano considerati atleti agonisti.

Ciò che determina la necessità della certificazione è che sia organizzata un’attività qualificata e riconosciuta come attività sportiva in relazione alla quale scatta l’onere di acquisire il certificato medico. Lo stesso articolo 2, nel definire la nozione di attività ludico motoria, vi fa rientrare l'attività praticata da soggetti non tesserati alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline associate, agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI: ne consegue che le attività svolte verso tesserati non possono in ogni caso essere qualificate come ludico motorie."

 

Si allega di seguito la richiesta di certificato medico da compilare e consegnare la pediatra.

 

RICHIESTA CERTIFICATO MEDICO

Azienda Speciale Servizi Infanzia e Famiglia - G.B. Chimelli
Piazza Garbari, 5
38057 Pergine Valsugana (TN)
Telefono 0461/502351 - Fax 0461/502355
email: info@asifchimelli.it
C.F. 80010630228 - P.IVA: 01186070221


Orario uffici amministrativi:
Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 Giovedì anche dalle 14.00 alle 17.00